Pneumobase.it
Esmr
Tumore polmone
OncoPneumologia

Efficacia e sicurezza di una combinazione di Umeclidinio e Vilanterolo per il trattamento della BPCO


Le linee guida per la BPCO raccomandano l'uso combinato per via inalatoria di beta-2 agonisti a lunga durata d’azione ( LABA ) e antagonisti muscarinici a lunga durata d'azione ( LAMA ) se i sintomi non migliorano con un singolo agente.
Una revisione sistematica ha verificato l'ipotesi secondo cui l'effetto broncodilatatorio della combinazione LABA/LAMA, Umeclidinio / Vilanterolo ( Anoro ), si traduca in risultati migliori senza incorrere in un aumento degli eventi avversi.

La revisione sistematica di studi randomizzati, controllati con placebo o crossover ( superiori a 4 settimane ) che hanno coinvolto Umeclidinio / Vilanterolo in confronto ai monocomponenti, Tiotropio ( Spiriva ) o Fluticasone / Salmeterolo ( Seretide ), aveva come esiti primari calo di FEV1, eventi avversi gravi ed eventi cardiovascolari gravi.

10 studi ( 9.609 pazienti ) hanno mostrato che Umeclidinio / Vilanterolo ha prodotto miglioramenti superiori nella funzione polmonare rispetto a Umeclidinio, Vilanterolo, Tiotropio, e Fluticasone propionato / Salmeterolo ( media FEV1 a valle, 60, 110, 90 e 90 ml, rispettivamente; P minore di 0.0001 ).

Inoltre, Umeclidinio / Vilanterolo ha presentato una maggiore probabilità di dimostrare una minima differenza clinicamente importante alla scala TDI ( Transition Dyspnea Index ), rispetto a Umeclidinio e Vilanterolo ( numero necessario da trattare per un beneficio NNTB=14 e 10, rispettivamente ).

La terapia Umeclidinio / Vilanterolo ha ridotto significativamente il rischio di riacutizzazioni di BPCO rispetto a Umeclidinio e Vilanterolo ( NNTB=42 e 41, rispettivamente ).

Per contro, non sono state notate differenze significative tra Umeclidinio / Vilanterolo e Tiotropio rispetto a dispnea, stato di salute, o rischio di riacutizzazione di BPCO.

Per quanto riguarda i problemi di sicurezza, l'incidenza di eventi avversi, gli eventi avversi gravi, gli eventi cardiovascolari gravi e la mortalità durante il trattamento sono stati simili per i trattamenti, suggerendo ridotti problemi di sicurezza con l'uso della combinazione Umeclidinio / Vilanterolo.

In conclusione, la combinazione Umeclidinio / Vilanterolo una volta al giorno per via inalatoria ha mostrato un'efficacia superiore rispetto ai monocomponenti, a Tiotropio e alla combinazione Fluticasone / Salmeterolo nei pazienti con BPCO da moderata a grave. ( Xagena2015 )

Rodrigo GJ, Neffen H, Chest 2015; 148: 397-407

Pneumo2015 Farma2015


Indietro