Forum Infettivologico
GSK Infettivologia
Pneumobase.it
OncoPneumologia

Interruzione dei glucocorticoidi per via inalatoria e riacutizzazioni di BPCO


Il trattamento con glucocorticoidi per via inalatoria in combinazione con broncodilatatori a lunga durata d’azione è raccomandato nei pazienti con frequenti riacutizzazioni di malattia polmonare ostruttiva cronica ( BPCO ) grave.
Tuttavia, il vantaggio dei glucocorticoidi per via inalatoria in aggiunta a due broncodilatatori a lunga durata d’azione non è stato completamente esplorato.

In uno studio di 12 mesi, in doppio cieco, a gruppi paralleli, 2.485 pazienti con una storia di esacerbazioni di BPCO hanno ricevuto terapia tripla composta da Tiotropio ( alla dose di 18 mcg una volta al giorno ), Salmeterolo ( 50 mcg due volte al giorno ) e il glucocorticoide per via inalatoria Fluticasone propionato ( 500 mcg due volte al giorno ) durante un periodo di run-in di 6 settimane.

I pazienti sono stati poi assegnati in modo casuale a continuare la terapia tripla o a interrompere Fluticasone in tre fasi nel corso di un periodo di 12 settimane.

L'endpoint primario era il tempo alla prima esacerbazione di broncopneumopatia cronica ostruttiva moderata o grave.

Rispetto al continuo uso di glucocorticoidi, l’interruzione di glucocorticoidi ha soddisfatto il criterio di non-inferiorità prespecificato di 1.20 per il limite superiore rispetto alla prima riacutizzazione di BPCO moderata o grave ( hazard ratio, HR=1.06 ).

Alla settimana 18, quando l’interruzione dei glucocorticoidi è stata completata, la riduzione media aggiustata rispetto al basale nel volume espiratorio forzato in 1 secondo ( FEVS ) è stata di 38 ml maggiore nel gruppo con interruzione dei glucocorticoidi rispetto al gruppo con somministrazione continua dei glucocorticoidi ( P minore di 0.001 ).
Una differenza tra i due gruppi simile ( 43 ml ) è stata osservata alla settimana 52 ( P=0.001 ).

Nessun cambiamento nella dispnea e piccoli cambiamenti nello stato di salute si sono verificati nel gruppo con interruzione dei glucocorticoidi.

Nei pazienti con forma grave di BPCO trattati con Tiotropio più Salmeterolo, il rischio di esacerbazioni moderate o gravi è stato simile tra coloro che hanno interrotto i glucocorticoidi per via inalatoria e coloro che hanno continuato la terapia con i glucocorticoidi.
Tuttavia, c'è stata una maggiore diminuzione della funzione polmonare durante la fase finale di interruzione dei glucocorticoidi. ( Xagena2014 )

Magnussen H et al, N Engl J Med 2014;371:1285-1294

Pneumo2014 Farma2014


Indietro