Pneumobase.it
OncoPneumologia
Esmr
Tumore polmone

Nessuna associazione tra 25-Idrossivitamina D e le riacutizzazioni nei pazienti con BPCO


Studi trasversali hanno indicato l’esistenza di una associazione tra 25-Idrossivitamina D con le esacerbazioni nei pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO ), ma l’evidenza longitudinale da studi di coorte è debole.
Uno studio ha valutato l'associazione tra livelli sierici di 25-Idrossivitamina D e le esacerbazioni e la mortalità nei pazienti affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva.

Nella analisi principale, sono stati inclusi 356 pazienti con BPCO ( GOLD [ Global Initiative for Chronic Obstructive Lung Disease ] stadi II- IV, liberi da esacerbazioni per 4 settimane o più ) da uno studio prospettico di coorte in un contesto di assistenza primaria in Olanda e Svizzera.

La concentrazione sierica media al basale di 25-Idrossivitamina D era di 15.5 ng/dL, e 274 pazienti ( 77.0% ) presentavano una carenza di 25-Idrossivitamina D ( inferiore a 20 ng/dL ).

Rispetto ai pazienti con grave deficit di 25-Idrossivitamina D ( inferiore a 10 ng/dL, n=106 [ 29.8% ] ), i pazienti con deficit moderato ( 10-19.99 ng/dL, n=168 [ 47.2% ] ) e concentrazioni insufficienti ( 20-29.99 ng/dL, n=58 [ 16.3% ] ) hanno presentato lo stesso rischio di esacerbazioni ( rate ratio di incidenza, 1.01 vs 1.00, rispettivamente ).

Nei pazienti con concentrazioni desiderabili ( maggiori di 30 ng/dL, n=24 [ 6.7% ] ), il rischio era inferiore, anche se non in modo significativo ( rate ratio di incidenza, 0.72 ).

Nei pazienti che hanno assunto supplementi di Vitamina-D, utilizzando diversi cutoff per 25-Idrossivitamina D, non sono stati riscontrati cambiamenti nei risultati.

Non è stata trovata un'associazione statisticamente significativa tra la concentrazione di 25-Idrossivitamina D e la mortalità.

In conclusione, questo studio longitudinale in una popolazione con BPCO nel mondo reale, che ha attentamente minimizzato l’errata classificazione delle riacutizzazioni e l'influenza dei fattori confondenti, non ha mostrato una associazione tra 25-Idrossivitamina D e le esacerbazioni e la mortalità. ( Xagena2014 )

Puhan MA et al, Chest 2014; 145: 37-43

Pneumo2014



Indietro